Eventi Click Art 2019

orari: 18,00                                                                                                                                   

ingresso libero

Sabato 12 ottobre 2019, il Culturale Artistico Click Art  inaugura la nuova mostra collettiva di pittura, fotografia, scultura “Visioni contemporanee”.                                                                        La sede del Centro Culturale Artistico Click Art, è a Cormano (MI), in via Dall’Occo 1,  tra corti, cortili e palazzi del 1600.  L’inaugurazione è alle 18,00.                                                          Siamo arrivati alla 3° edizione di questa mostra, e ancora ci chiediamo dove l’arte stia andando. Una domanda ricorrente, soprattutto tra gli artisti e chi si occupa di arte, come curatori, galleristi, opinionisti e collezionisti.  Una risposta vera e propria, credo che non ci sarà mai, ma ci saranno sempre artisti che con il loro personalissimo linguaggio, con la loro incessante ricerca, cercheranno di dare una risposta a tale domanda. Utilizzando a volte materiali classici come l’olio, l’acrilico, e l’acquerello,  altre ancora, utilizzando i più svariati materiali, come acidi, resine, o ancora al recupero di plastiche, legni, materiali riciclabili. Ancora una volta, abbiamo selezionato opere e artisti che ci sembrano “diversi”, meno “contaminati” di altri, ma con un punto in comune, la voglia di rispondere a quella domanda, con colori, pennelli, spatole, camere oscure, torchi, digital cam etc. la rappresentazione di immagini riconoscibili del mondo intorno a noi, a volte fedeli e accurate, a volte altamente distorte, o immaginarie, portano il fruitore delle opere a porsi la fatidica domanda: dove stiamo andando? In questa 3°edizione della collettiva  “Visioni contemporanee” possiamo fruire di queste ricerche, di questi pensieri profondi, frutto di duro lavoro e ricerca interiore, per poter dare una nostra personalissima risposta ala domanda, oppure per riflettere e cercare di capire il lavoro di questi artisti, con un giudizio critico costruttivo, che ci porti ad assaporare l’arte e il futuro che questi artisti immaginano lavorando sulle proprie tele. La 3° edizione della mostra, vuole indagare e a verificare, se l’arte ha aggiunto nuovi linguaggi al suo infinito e mutevole vocabolario.

Gli artisti sono: Luigi Franco, Michele Sliepcevich, Liliana Fumagalli,                                        Beatrice Di Francescantonio, Camelia Rostom, Gianmaria Lafranconi, Alessandro Lafranconi, Marco Ghezzi, Luigi Profeta, Claudio Dal Pozzo, Susanna Maccari, Fiorella Immorlica,      Roman K. Ayvazyan, Andreas Hoffman, Maria Ferrara, Lucio Brambilla, Giuranna Gregorio

Cormano - Sabato 28 settembre 2019, presso il centro culturale Click Art di via Dall'Occo 1, a partire dalle ore 17.30, verrà inaugurata la mostra fotografica degli allievi del Maestro 蔡 子 仲 Tsai Tzu Chung

Sabato 28 settembre, infatti, a partire dalle 17,30 il centro culturale Click Art di Cormano, in via Dall'Occo 1, sede del movimento ideato da Luigi Profeta, inaugurerà la mostra “Pictorial Photography Art Exhibition Taiwan Milan Italy”

 蔡 子 仲 Tsai Tzu Chung                                                                                                                                                     施 靜 芬 Ching Fen Shin                                                                                                                                                     劉 佳 淳 Liu Chia Chun                                                                                                                                                       陳 淑 慧 Shu Hui Chen                                                                                                                                                       楊 麗 娜 Lina Yang

Ching Fen Shih, in arte Ivy Shih incontra la fotografia fin da bambina quando osservava incantata le immagini scattate da suo padre, che l'ha incoraggiata ad intraprendere un viaggio verso la ricerca di immagini toccanti. Ivy ha affinato le sue abilità in California, dove è stata circondata da creatività fotografica libera e sconfinata, arricchendo così la profondità delle sue creazioni fotografiche. Dopo essersi laureata in economia e commercio presso la California State University, Fullerton, negli Stati Uniti, Ivy ha assunto la guida dell'impresa della sua famiglia, che opera in ambito internazionale, e questo le ha permesso di avere una visione globale sul mondo che ha influito sulle emozioni trasmesse dalle sue immagini. In ogni sua opera  si possono vedere semplici effetti multidimensionali che mostrano il concetto di "fotografia pittorica". Ivy ha perseguito l'eccellenza creativa senza compromessi, ogni immagine futuristica generazionale non è più una visione irraggiungibile,  Ivy è in grado di rappresentare l'estetica pittorica con profondità, irregolarità e dinamismo, riflettendo il suo talento unico nel modo in cui integra la creatività con l'evoluzione del tempo.

Amy Liu, è la prima artista di fotografia pittorica indigena. La nuova era ha aperto uno scambio tra l'antica arte indigena e il nuovo tempo. Amy Liu è della tribù Atayal, un'antica tribù di Taiwan di 5000 anni fa, che ha sempre vissuto circondata dalle montagne e che ha fondato la propria cultura sull'arte del tatuaggio facciale che ha quattro significati: allontanare gli spiriti maligni, mostrare bellezza ed eleganza, identificare gruppi etnici e simboleggiare la gloria. Ogni volta che Amy Liu torna a casa si ferma a meditare nella foresta di bambù ai piedi della montagna, e qui, dall'osservazione della natura, trae ispirazione per creare le sue opere. Per catturare una fotografia che trascende le limitazioni, i componenti delle strutture esistenti vengono rimodellati e ricreati, diversi elementi visivi artistici vengono sovrapposti con la natura. Amy Liu ha esposto nel 3° e nel 18° arrondissement di Parigi

Chen Shuhui, è membro di una delle prime 500 antiche famiglie di Taiwan . Il padre di Chen è un ingegnere meccanico e la madre di Chen ha studiato nella più prestigiosa scuola di Taiwan dove solo le migliori studentesse erano ammesse, e grazie all'influenza dei suoi genitori Chen ha creato il suo speciale mondo dell'arte, creando bouquet di fiori dell'arte Ikebana, gioielli, moda e fotografia multi stile, affrontando tutte le sfide con entusiasmo e passione che usa per arricchire la sua vita di meraviglia. Chen ha viaggiato attraverso luoghi meravigliosi come deserti , santuari della fauna selvatica , ha viaggiato in oltre 100 paesi in tutto il mondo.Grazie a questi viaggi ha conosciuto in ambito fotografico diversi stili e tecniche . Ha anche iniziato a studiare riprese in aereo, fotografia 2D e 3D, creatcività animate e altre tecniche che creano una sensazione di spazio e tempo illimitati. Chen ha seguito un percorso di creatività e fotografia di movimento della fotografia pittoria dall'insegnante Shui Cao. Chen ha usato tutte le sue abilità tecniche nella trasformazione delle sue opere , elevandole ad un livello artistico molto più alto e più ricco. Chen ha creato alcune opere incredibili che mostrano i sentimenti dell'umanità attraverso la fotografia.Con queste nuove esperienze, ha capito che questa nuova creatività unica che ha sperimentato era un nuovo stile di arte e fotografia che stava nascendo.

Lina Yang, ha viaggiato in oltre 50 paesi in cinque continenti e l'arte multipla delle culture interattive nel mondo fa parte della vita e della fede di Yang . Lina Yang si è laureata prima in contabilità e poi in pittura ad olio presso il Dipartimento di Belle Arti della National Taiwan University of Arts. La sua ispirazione artistica arriva dal suo mentore prof. Lin Wei Min . Lina insegna pittura ed è una guida del Museo Nazionale di Belle Ati di Taiwan e proprio questa sua attività le consente di mantenere la sua conoscenza dell'arte al passo con i tempi. Il contatto con diverse culture ha notevolmente influenzato lo stile artistico di Lina e la fotografia è stata lo stile artistico più difficile da ottenere. Nella fotografia pittorica Lina unisce una profonda qualità umanistica con il pensiero multiplo di arte nel mondo. Lina Yang ha esposto a Taipei e Taiwan.

 

 

 

Centro Culturale Click Art

Via Dall'Occo 1, Cormano

 

per maggiori info:

tel. 0266301491    cell. 3400630560

e-mail c.culturaleclickart@gmail.com

https://www.facebook.com/www.clickart

http://www.movimentopsicoavanguardia.it

http://galleryclickart.wixsite.com/luigiprofeta

Mostra personale di Camelia Rostom "PALETTE" dal 2 al 14 febbraio 2019

Inaugurazione mostra personale di Camelia Rostom

“Palette”

Orari: 17,30

ingresso libero

Sabato 2 febbraio 2019 alle ore 17,30  si terrà l’inaugurazione della mostra Personale di pittura di Camelia Rostom, “Palette”, presso  il Centro Culturale Artistico Click Art nel centro storico di Cormano, in via Dall’Occo 1, tra corti, cortili e palazzi del 1600. 

Camelia Rostom, nata a Beyrouth in Libano nel 1981, si è laureata in Educazione Artistica all'Università Libanese  - Facoltà di pedagogia nel 2003, e ha ottenuto una licenza in Informatica e Graphic Design nel 2008. Ha proseguito la sua formazione collaborando con il laboratorio di interior design e pittura di Badih Semaan nel 2003 e di Roger Semaan nel 2004 in Libano , approfondendo le tecniche di pittura e scultura.  Il connubio tra queste realtà formative e l'assiduo impegno verso la Grafica d'Arte e la Pittura, hanno dato vita ad una produzione che privilegia i dettagli, dove il chiaroscuro, le zone d'ombra e di luce paiono riportare in vita gli elementi. Le opere sono caratterizzate, dal punto di vista esecutivo, da una notevole complessità dovuta all'utilizzo di più strategie e tecniche e stili. Nella scelta del tema artistico è come un camaleonte: cambia colori immagine e stile. L'arte per lei è libertà! Nelle sue opere, ci racconta sempre dell’animo umano, delle sue sofferenze, delle sue debolezze, ma anche della sua forza, del suo amore e della sua amicizia. Nei suoi lavori, si denotano capacità tecniche e artistiche superiori, la sua abilità nell’uso dei materiali e delle attrezzature, le permettono di creare opere uniche e affascinanti, dove lo spettatore viene coinvolto e rapito dai suoi colori, dalle sue forme, dai suoi racconti. E di racconti possiamo parlare, proprio perché ogni sua opera è un racconto, è un libro da leggere con attenzione, per non perdere l’attimo in cui il suo pensiero profondo si manifesta in noi. Non voglio soffermarmi troppo con paroloni esteticamente accattivanti, perché il lavoro di Camelia, è pulito ed elegante, proprio come lei.   La PALETTE è un supporto, uno strumento utile e indispensabile agli artisti sul quale disporre i colori e sulla quale preparare gli impasti delle tonalità che gli serviranno per realizzare il loro dipinto. L'espressione palette o tavolozza di un artista viene usata anche per riferirsi al repertorio dei colori che un artista usa. La PALETTE, in questa mostra gioca il ruolo della base dell’opera. È lo spazio dove l’artista ha  creato differenti temi e soggetti, dalla natura, alla donna e ai soggetti surrealisti. Ha utilizzato differenti tecniche tra la pittura acrilica ,la pirografia, l’acrilico fluido e nella maggioranza delle opere una combinazione delle tecniche.                                     Alla fine , la domanda: ‘’Perché la scelta della palette?’’, la risposta:  Volevo presentare e realizzare  le mie opere in una maniera originale con una elaborazione libera .

La pittura di Camelia Rostom, merita di essere conosciuta ed apprezzata da tutti,                                                          e questo lo possiamo fare sabato2 febbraio 2019 alle ore 17,30 all’inaugurazione della sua personale Palette”.              La mostra proseguirà fino al 14 febbraio dal martedì al sabato    9,30 - 12,00 / 15,00 - 19,00 domenica 10,00 –12,30    

Collettiva Pensiero - Gesto - Astrazione - dal 12 al 31 gennaio 2019

 

Cormano

Sabato 12 gennaio 2019, riprende la stagione artistica del centro culturale Click Art, sito in  via Dall'Occo 1.                  A partire dalle 17.30, presso la galleria d’arte contemporanea Click Art, verrà inaugurata la mostra collettiva della durata di venti giorni, dal titolo: “PENSIERO – GESTO – ASTRAZIONE” tra corti, cortili e palazzi del 1600,                  nel centro storico di Cormano

Prenderà il via la stagione, con la 3° edizione della mostra collettiva “Pensiero – Gesto – Astrazione”.                          Un titolo semplice, ma che fin da subito rende ben chiari gli intenti. Molti, ad oggi, gli artisti che hanno già aderito, e visto il grande successo delle scorse edizioni, abbiamo voluto prolungare i giorni di esposizione, che quest’anno saranno venti.

Le opere esposte prenderanno in esame la fotografia, la pittura e la scultura

Si tratta dunque di una sfida espressiva, quella di dare forza ed equilibrio a lavori che portino ad elaborare ognuno con la propria tecnica, il pensiero, il gesto, e l’astrazione. Cosa si nasconde dentro al pensiero di un’artista? Quale gesto pittorico si impone sulla tela?  Fino a che punto può arrivare l’astrazione?  Questa è la sfida che vogliamo lanciare con la  3° edizione della mostra collettiva “pensiero – gesto – astrazione”, dove ogni artista, potrà illustrare il proprio lavoro,  raccontandoci il momento in cui scaturisce la fantasia.                                                                                          Siamo curiosi di vedere quali potranno essere i risultati ottenuti e quale sarà la risposta del pubblico, che nelle scorse edizioni, è sempre stato attento e generoso. Sono molte emozioni, ogni artista porterà in campo le proprie specifiche emozioni, ognuno con il proprio modo di esprimersi e cimentarsi nei propri lavori.                                                            Emozioni diverse, che almeno per una volta, potranno coesistere assieme senza intoppi e dicotomie.

Centro Culturale Artistico Click Art

Via Dall'Occo 1, Cormano 20032 (MI)