In viaggio

9 - 19 novembre 2019

Sabato 9 novembre presso il centro culturale artistico Click Art,  tra corti cortili e palazzi del 1600, nel centro storico di Cormano, si inaugura la mostra personale di fotografia "In viaggio"                                                      di: Aurora Gallo

Aurora Gallo nasce a Milano il 4 Novembre del 1989.

Fin da adolescente scrive poesie sui più svariati temi, anche grazie alla sua fervida immaginazione che la rendono capace di immedesimarsi anche in situazioni estranee al suo vissuto.

Sempre in questo periodo, inizia a fare i suoi primi scatti.

Il suo percorso universitario (2008-2014) la spinge ancora di più verso questa seconda forma di espressione (che verrà etichettata dai alcuni come “ossessione”), fino a quando nasce il lei l’esigenza di trasmettere il suo bagaglio esperienziale attraverso la fotografia.

Tra il 2015 e il 2019 segue diversi corsi presso la Click Art di Cormano, per apprendere le tecniche base dello scatto e nel 2018 partecipa alla prima mostra collettiva.

Nel 2019 partecipa al concorso di fotografia "Luci e Ombre" presso il centro culturale artistico Click Art, classificandosi al 3° posto.

L’ossessione per la condivisione sensoriale delle immagini, la porta verso quella che lei definisce “fotografia artistica”. Attualmente Aurora è ancora in fase esplorativa del suo lato artistico.

Abbiamo chiesto ad Aurora, di raccontarci cosa significa per lei questa mostra e quale sia lo scopo, queste sono le sue parole: Questa mostra fotografica è come l'oriente: è un viaggio sia per stupire i propri occhi con mondi e significati fino ad ora ignoti, sia un percorso di riflessione introspettiva.

Vagando assieme per luoghi più o meno conosciuti del panorama thailandese, ci troveremo a soffermarci su volti e immagini che trascorrono la loro esistenza lontani da noi, ci immergeremo in una spiritualità che impregna così tanto la vita quotidiana da renderla essa stessa mistica.

Infine, gli occhi di una bambina vi risucchieranno in sé, trascinandovi nel secondo significato del viaggio; nel momento in cui mi sono specchiata in quegli occhi così neri ho pensato "Sono fortunata, perché vedo oltre i tuoi occhi", ma chi mi ha reso fortunata? E allora ecco il fine della mia mostra, ecco lo scopo del mio viaggio: far godere di questi istanti e rendere grazie a quelle persone che hanno contribuito alla creazione di quella che sono oggi. 

L'ultimo spazio espositivo è difatti riservato a voi.